Sisma 2016 – Anagrafe antimafia (white list), prime indicazioni e modulistica

All’articolo 30 del D.L. n. 189/2016 (cosiddetto decreto “Terremoto”) è prevista la costituzione di un’apposita Struttura di missione, nell’ambito del Ministero dell’Interno, per lo svolgimento di tutte le attività finalizzate alla prevenzione e al contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata. Per l’esercizio di tale funzione, alla Struttura di missione è attribuito il compito del rilascio dell’informativa antimafiae l’esecuzione delle relative verifiche.

Così come disposto all’articolo 6 del D.L. 189/2016, gli operatori economici interessati a partecipare, a qualunque titolo e per qualsiasi attività, agli interventi di ricostruzione pubblica e privata nei comuni del “cratere” devono essere iscritti, a domanda, in un apposito elenco tenuto dalla Struttura, denominato “Anagrafe antimafia degli esecutori“, successivamente all’espletamento con esito liberatorio delle verifiche di cui gli articoli 90 e seguenti del D.Lgsv. 159/2011 eseguite per qualsiasi importo o valore del contratto, subappalto o subcontratto.

Tutto ciò premesso, si richiama in particolare l’attenzione sulla disciplina dettata dall’articolo 8 del decreto legge n. 189/2016, volta ad agevolare il rientro dei cittadini nelle unità immobiliari interessate da danni lievi , che necessitano quindi soltanto di “interventi di immediata riparazione”.

In particolare, la predetta disposizione prevede che:

  1. l’esecuzione di tali lavori sia obbligatoriamente affidata alle imprese che risultino aver presentato domanda di iscrizione nella “Anagrafe”, corredata dall’autocertificazione di cui all’art. 89 del decreto legislativo n. 159 del 2011;
  2. che siano in possesso del documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.) (comma 5, lett. b);
  3. che siano in possesso della qualificazione ex art. 84 del decreto legislativo n. 50/2016, per lavori di importo superiore a 150.000 euro (comma 5, lettera c).

Pertanto in questi casi le Prefetture sono tenute a verificare, ove nel modello di presentazione dell’istanza sia stata barrata la voce relativa a ” interventi di immediata riparazione ex art. 8, comma 1-D.L. n. 189/2016 “, che la domanda sia stata corredata dell’autocertificazione di cui all’art. 89 del Decreto Legislativo n. 159/2011 ed a provvedere, in mancanza, ad invitare il richiedente a regolarizzarla.

La richiesta di iscrizione all’Anagrafe è necessaria per svolgere i lavori di riparazione degli edifici lievemente danneggiati.

Fatta eccezione per le riparazioni “veloci” degli edifici con pochi danni, per partecipare alla ricostruzione a qualunque titolo e per qualsiasi attività, pubblica o privata, di qualsiasi importo, all’interno dei comuni elencati dal decreto, le imprese devono ottenere l’iscrizione all’Anagrafe (non solo chiederla). Iscrizione che – come prescrive il comma 6 dell’articolo 30 del decreto terremoto (che richiama l’articolo 90 del codice Antimafia) – avverrà solo a valle dell’esito positivo della valutazione operata dalla struttura del Viminale.

Per chiedere l’iscrizione è necessario compilare i moduli – forniti dalla struttura di missione – con le informazioni indicate dal comma 8 dell’articolo 30 del decreto terremoto.
I moduli vanno inviati alla casella di posta elettronica certificata “strutturamissionesisma@pec.interno.it” oppure potranno essere consegnati su carta alla prefettura del luogo di residenza del richiedente.

Struttura antimafia sisma 2016 e Anagrafe esecutori

Per garantire la legalità delle attività di ricostruzione nei territori del Centro Italia colpiti dal sisma nel 2016, è stata istituita (ai sensi dell’art. 30, comma 1, del d.l. 189/2016) una struttura di missione del Ministero dell’Interno, diretta dal prefetto Francesco Paolo Tronca, con il compito di verificare la documentazione antimafia degli operatori economici impegnati nei lavori. Le imprese dovranno essere iscritte nell’”Anagrafe antimafia degli esecutori” presentandone specifica richiesta.

Al seguente link http://www.interno.gov.it/it/ministero/struttura-missione-antimafia-sisma-2016 si accede al sito dedicato della Struttura di missione antimafia sisma 2016, nel quale è disponibile l’elenco dell’Anagrafe antimafia degli esecutori, cui sono invitati ad iscriversi tutti gli operatori economici ai fini del legittimo affidamento di contratti pubblici e privati aventi ad oggetto lavori, servizi, forniture che fruiscono di contribuzione pubblica. Nel sito sono inoltre presenti i modelli per la presentazione dell’istanza da parte delle imprese e il relativo indirizzo PEC.

ULTERIORI INFO, AGGIORNAMENTI  E MODULISTICA SUL SITO WEB DELLE PREFETTURE:

 http://www.prefettura.it

Risultati immagini per terremoto ricostruzione

Rispondi