Fondo regionale di garanzia alle imprese marchigiane danneggiate dal sisma.

La Giunta regionale delle Marche ha esteso l’operatività del Fondo regionale di garanzia alle imprese danneggiate dalle scosse dell’ottobre 2016 e a quelle coinvolte nella ricostruzione.
A disposizione ci sono 1,83 milioni di euro, inizialmente destinati al sisma del 24 agosto, in quanto attivati subito dopo il primo terremoto. “I successivi eventi del 26 e 30 ottobre richiedono un ampliamento della funzionalità del Fondo, per garantite i finanziamenti necessari alla ripresa delle attività produttive – afferma l’assessora Manuela Bora – Assicuriamo a tutte le piccole e medie imprese danneggiate un sostegno al credito per fronteggiare la situazione di emergenza, contando sulla garanzia pubblica nei finanziamenti richiesti”.

Il Fondo è gestito dalla Società regionale di garanzia Marche ed è stato aperto in occasione di precedenti calamità naturali.

L’operatività è stata estesa al terremoto, prevedendo ora l’ammissibilità dei finanziamenti fino al 31 dicembre 2018. Dovranno riguardare il ripristino immobiliare, mobiliare, delle scorte, delle condizioni di agibilità e operatività o per le esigenze di capitale circolante delle imprese coinvolte nella ricostruzione.

Prodotto a sostegno delle aziende colpite dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016

 

Soggetti destinatari

PMI, fatta eccezione per le imprese agricole ed agroindustriali, aventi sede operativa nei comuni della Regione Marche colpiti dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016, nelle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata

Importo del finanziamento garantibile

Min € 10.000 – Max 500.000 Euro Importo pari al valore dei danni subiti (non assicurati). I finanziamenti devono essere destinati per almeno il 70% a spese documentate per interventi di ripristino immobiliare, mobiliare, delle scorte e del ripristino delle condizioni di agibilità

Garanzia SRGM

Fino al 70% dell’importo finanziato

Costo della garanzia

Completamente gratuito per l’azienda

Forma tecnica

Finanziamento chirografario da 24 fino a 120 mesi (con possibilità di preammortamento di 12 mesi)

Tasso applicato

Euribor /IRS+ spread convenzionato con la banca

Documentazione a corredo delle richieste di finanziamento:

a. Atto costitutivo, successivi atti modificativi della struttura societaria e Statuto

b. Bilanci degli ultimi 2 esercizi con relativa documentazione integrativa

c. Relazione in ordine a programmi di ripristino dell’efficienza produttiva

d. Autocertificazione del legale rappresentante ai sensi del DPR 445/2000 riguardo alla descrizione del danno subito così come prevista dalla DRG n. 586 del 22/04/2011. Per danni superiori a 25.000 Euro perizia asseverata (redatta da un professionista abilitato iscritto al rispettivo ordine o collegio).

L’assessora regionale Manuela Bora.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.