3° Decreto Sisma: via libera della Camera

La Camera ha approvato il disegno di legge di conversione del 3° Decreto Sisma recante nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017.

Viene prevista la concessione di finanziamenti agevolati per la ricostruzione ed a favore delle micro, piccole e medie imprese situate nelle zone colpite dal terremoto.

Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

Il disegno di legge di conversione del Decreto Sisma (D.L. n. 8/2017) trova il via libera della Camera.

Il testo del provvedimento approvato, ieri, prevede misure di favore per la ricostruzione, finanziamenti agevolati per le micro, piccole e medie imprese colpite dagli eventi sismici, azioni di carattere nazionale per il contrasto alla povertà nonché la proroga della sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari fino al 30 novembre 2017 e dei termini per aderire alla rottamazione dei ruoli prevista dal decreto fiscale n. 193/2016.

Agevolazioni per le imprese

Vengono estesi per il 2017 i finanziamenti concessi dall’articolo 24 del D.L. n. 189/2016 per gli interventi a favore delle micro, piccole e medie imprese nelle zone colpite dagli eventi sismici intervenuti a far data dal 24 agosto 2016, che attualmente sono previsti per il solo anno 2016.

Sono introdotte agevolazioni per favorire la ripresa produttiva delle imprese del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi e del commercio e artigianato, nonché per le imprese che svolgono attività agrituristica, insediate nelle province delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Agevolazioni procedurali sono previste per l’accesso ai contratti di sviluppo da parte dei progetti nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici.

Misure in materia fiscale

Viene modificata la disciplina relativa agli adempimenti e ai versamenti tributari, in particolare la sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari prevista dal D.M. 1° settembre 2016 è prorogata fino al 30 novembre 2017.

Fino allo stesso termine del 30 novembre sono di conseguenza sospesi i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di accertamento esecutivo e delle somme dovute all’INPS, nonché le attività esecutive da parte degli agenti della riscossione e i termini di prescrizione e decadenza relativi all’attività degli enti creditori.

La ripresa della riscossione dei tributi sospesi deve avvenire entro il 16 dicembre 2017, non è prevista l’applicazione di sanzioni e interessi.

Rottamazione dei ruoli

Il testo del provvedimento approvato comprende ulteriori norme che prevedono la proroga, dal 31 marzo al 21 aprile 2017, del termine per presentare o per integrare la dichiarazione necessaria ad accedere alla procedura di definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016.

Di conseguenza è posticipato dal 31 maggio al 15 giugno 2017 il termine per l’invio della comunicazione al debitore, da parte dell’agente della riscossione, relativa all’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione agevolata, delle singole rate, nonché al giorno e al mese di scadenza di ciascuna di esse.

A tal proposito si ricorda che per le imprese ubicate nei Comuni di cui agli allegati 1 e 2 il termine per la rottamazione è posticipato al 31 marzo 2018.

Ricostruzione

Viene attribuito al Commissario straordinario il compito di promuovere un piano per dotare, in tempi brevi, i Comuni interessati dagli eventi sismici di studi di micro-zonazione sismica di III livello.

Saranno i comuni, anche con il supporto degli uffici speciali per la ricostruzione, a curare la pianificazione urbanistica relativa alla ricostruzione.

I tecnici professionisti potranno essere incaricati dello svolgimento delle verifiche di agibilità post-sismica degli edifici e delle strutture interessate dagli eventi sismici in questione attraverso la compilazione della scheda AeDES.

Per maggiori informazioni puoi utilizzare i nostri canali:

2 commenti

Rispondi