Terremoto: bollette acqua CIIP azzerate per 36 mesi

Con proprio Comunicato (vedi ComunicatoStampaSisma20170505) il CIIP Vettore ha reso noto che le popolazioni colpite dai terremoti del Centro Italia potranno beneficiare, dopo la sospensione di 6 mesi del pagamento delle bollette del servizio idrico integrato decisa a seguito degli eventi sismici del 24 agosto e successivi, di nuove importanti agevolazioni previste nella deliberazione 252/2I017/R/com dell’AEEGS.

L’Autorità ha infatti stabilito che per le utenze gestite dalla CIIP spa:
– attive al 24 agosto 2016 nei Comuni di Amandola, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Comunanza, Cossignano, Force, Montalto delle Marche, Montedinove, Montefortino, Montegallo, Montemonaco, Palmiano, Roccafluvione, Rotella, Venarotta;
– attive al 26 ottobre 2016 nei Comuni di Appignano del Tronto, Belmonte Piceno, Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Folignano, Maltignano, Monsapietro Morico, Monte Rinaldo, Montefalcone Appennino, Monteleone, Montelparo, Offida, Ortezzano, Santa Vittoria in Matenano, Servigliano, Smerillo;
a partire dalle suddette date saranno azzerate per 36 mesi tutte le componenti tariffarie delle bollette: ovvero non verranno applicati i corrispettivi tariffari per acquedotto, fognatura, depurazione e le componenti tariffarie UI di perequazione (l’azzeramento copre il 100% della bolletta del servizio idrico).

Le agevolazioni dovranno invece essere richieste per le utenze di abitazioni danneggiate site nel Comune di Ascoli Piceno o in altri Comuni delle regioni interessate dal sisma. La richiesta dovrà essere effettuata presentando un’apposita documentazione che attesti l’inagibilità parziale o totale degli immobili e il nesso di causalità con gli eventi sismici. e avrà durata limitata alla sola inagibilità dell’immobile danneggiato. Qualora l’agibilità dell’unità immobiliare sia ripristinata prima della scadenza dei 36 mesi, si dovrà darne comunicazione alla CIIP spa entro 30 giorni.

Le fatture emesse in data 4 aprile 2017 e 15 aprile 2017 con modalità di pagamento SEPA (domiciliazione bancaria o postale) non sono state inviate agli istituti di credito per il relativo pagamento e di conseguenza verranno conguagliate nell’unica bolletta con le modalità sopra indicate.

 

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.