Fondazione Carisap per lo sviluppo economico delle aree sisma

La Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, nel rispetto di quanto previsto nel Piano Pluriennale 2017/2019 ed in attuazione al “Masterplan – Obiettivi strategici di contrasto alle conseguenze determinate dal sisma del 24 agosto e del 30 ottobre 2016” approvato dall’Organo di indirizzo nella seduta del 28 luglio 2017, interviene per contrastare le conseguenze negative del terremoto.
Il Consiglio di amministrazione della Fondazione ha deliberato di utilizzare lo strumento dell’avviso per la presentazione di progettualità esecutive al fine di individuare gli interventi più idonei per poter operare nei seguenti ambiti di intervento così come indicati nel “Masterplan terremoto” .

La Fondazione stanzia complessivamente risorse fino ad un massimo di € 2.500.000, suddivise per due ambiti di intervento come sotto elencati, da destinare alla realizzazione di progettualità immediatamente esecutive e cantierabili:

  • SVILUPPARE IL TURISMO DI SCOPERTA DEL TERRITORIO, principalmente nella media stagione, includendo la città di Ascoli Piceno ed i borghi dell’entroterra nel mercato turistico. In particolare, sostenere interventi di potenziamento del prodotto cultura e l’offerta di servizi di visite guidate attraverso il coinvolgimento di giovani e mediante la costituzione di cooperative sociali: stanziate risorse pari ad € 1.200.000;
  • SVILUPPARE E SOSTENERE L’ENOGASTRONOMIA attraverso lo sviluppo e l’organizzazione dell’offerta di produttori, coltivatori e cantine per creare un prodotto enogastronomico spendibile a valenza turistica e fare in modo che l’enogastronomia sia veramente uno degli attrattori turistici del piceno: stanziate risorse pari ad € 1.300.000.

Resta inteso che la Fondazione si riserva di utilizzare in tutto o in parte il plafond di risorse stanziate anche sulla base delle caratteristiche delle progettualità esecutive che vengono presentate entro la scadenza fissata al 1 dicembre 2017. Si evidenzia che il formulario verrà disattivato alle ore 18 del 1 dicembre 2017.

Per la presentazione della progettualità esecutiva è necessario prendere preventiva visione del testo dell’avviso e delle schede di ambito di intervento che formano parte integrante dell’avviso stesso.

La presentazione della progettualità esecutiva avviene tramite apposito formulario telematico: al primo accesso viene richiesto di compilare i dati necessari per la registrazione finalizzata ad acquisire le credenziali di utilizzo del software.
Il formulario sarà accessibile dalle ore 12 di lunedì 9 ottobre 2017 alle ore 18 del 1 dicembre 2017, momento in cui non sarà più ammessa la compilazione telematica del formulario stesso.

CHI PUO’ PRESENTARE LA PROGETTUALITA’ ESECUTIVA
Possono presentare le progettualità esecutive:
1. le Organizzazioni senza finalità di lucro, aventi una delle seguenti forme:
– Associazione riconosciuta o non riconosciuta;
– Cooperativa sociale e/o consorzi di cooperative sociali;
– Fondazioni;
– Imprese sociali nelle forme previste dal D. Lgs. 155/2006;
– Altra Organizzazione senza finalità di lucro.
2. gli Enti pubblici.
I soggetti proponenti attuatori devono avere la sede legale e/o la sede operativa nel
territorio di riferimento della Fondazione di cui all’articolo 3 dello statuto, ossia: 1) Ascoli Piceno, 2) S. Benedetto del Tronto, 3) Amandola, 4) Offida, 5) Acquasanta Terme, 6) Acquaviva Picena, 7) Appignano del Tronto, 8) Arquata del Tronto, 9) Castel di Lama, 10) Castignano, 11) Castorano, 12) Colli del Tronto, 13) Comunanza, 14) Cossignano, 15) Cupra Marittima, 16) Folignano, 17) Force, 18) Grottammare, 19) Maltignano, 20) Massignano, 21) Monsampolo del Tronto, 22) Montalto Marche, 23) Montedinove, 24) Montefalcone Appennino, 25) Montefortino, 26) Montegallo, 27) Montelparo, 28) Montemonaco, 29) Monteprandone, 30) Palmiano, 31) Ripatransone, 32) Roccafluvione, 33) Rotella, 34) S. Vittoria in Matenano, 35) Servigliano, 36) Smerillo, 37) Spinetoli, 38) Venarotta (in neretto i Comuni del “cratere sismico”).

Le progettualità esecutive devono prevedere esclusivamente interventi che abbiano ricaduta nel territorio di riferimento della Fondazione ed esclusivamente per i comuni rientranti nel “cratere sismico” ai sensi della normativa vigente ministeriale.

È condizione preferenziale:

  1. la partnership collaborativa e la supervisione con l’Ente pubblico;
  2. la costituzione di una partnership operativa e di co-gestione o co-attuazione tra le Organizzazioni del Terzo Settore.

Per informazioni:
Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno
Corso Mazzini n. 190
63100 Ascoli Piceno
Tel. 0736 24 87 11
Fax 0736 24 87 44
Riferimenti di contatto:
Marco Perosa
Tel. 0736 24 87 24 E mail e skype: marcoperosa@fondazionecarisap.it
Stefano Amadio
Tel. 0736 24 87 23 E mail e skype: stefanoamadio@fondazionecarisap.it

 

 

Rispondi