TERREMOTO: IL SENATO APPROVA IL DECRETO CON EMENDAMENTI

Il Senato ha approvato il 23 novembre 2016, il decreto con gli interventi urgenti a favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto con 194 voti a favore, 37 astenuti e un contrario.
Sono stati approvati tutti gli emendamenti presentati dalla commissione Bilancio, ad eccezione di quello sulla certificazione di agibilità, che è stato trasformato in un ordine del giorno. Il provvedimento passa ora alla Camera.

Il Senato ha approvato con modifiche il ddl n. 2567 di conversione in legge del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016 e dagli eventi sismici successivi.

Il provvedimento, che è stato ispirato da principi di velocità, integrazione, sicurezza, trasparenza e legalità degli interventi, resta in generale così come varato dal Consiglio dei ministri per la gestione dell’emergenza, ma con l’approvazione degli emendamenti proposti, in particolare i seguenti, relativi:
– all’ampliamento dei comuni interessati dagli eventi sismici successivi al 24 agosto;
– all’introduzione di misure urgenti per l’anno scolastico;
– agli interventi immediati sul patrimonio culturale;
– alle disposizioni su strutture e moduli abitativi provvisori.

A livello fiscale, si ricorda che il provvedimento prevede:
– la sospensione delle imposte per i cittadini e le imprese residenti nelle aree colpite;
– la cosiddetta “busta paga pesante” (cioè lorda) per i dipendenti che risiedono nell’area;
– la sospensione per sei mesi del pagamento di canone Rai, bollette telefoniche e polizze assicurative;
– il divieto di installare nuove slot machine nei comuni colpiti fino al 31 dicembre 2017.

L’esame passa ora nuovamente alla Camera.

Link al testo approvato al Senato
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp…15178118_1020378041404387_2689055437597126180_n24

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.