CIGS 2017 in Aree di crisi industriale complessa

Con il Decreto Legge 30-12-2016 n. 244 (c.d. Milleproroghe) viene consentita per tutto il 2017 la possibilità, per le imprese ubicate in aree di crisi industriale complessa, di ricorrere alla cassa integrazione salariale straordinaria, in deroga ai limiti di durata massima previsti. Si tratta della disposizione introdotta per il 2016 dal decreto correttivo del Jobs Act (D. Lgs. 185/2016) Si tratta di aree che, pur avendo già fruito degli ammortizzatori sociali fino al limite massimo previsto dalla disciplina vigente, sono ammesse ad un ulteriore intervento, per un massimo di dodici mesi, nel limite delle risorse finanziarie disponibili, pari a 216 milioni di euro.

A tal proposito va ricordato che possono beneficiare del trattamento di CIGS:

– i lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato;

– gli apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, soltanto per la causale di crisi aziendale;

in possesso, alla data di presentazione della relativa domanda di concessione, di un’anzianità di effettivo lavoro pari ad almeno 90 giorni presso l’unità produttiva oggetto di intervento.

Restano comunque esclusi dalla possibilità di accedere alla CIGS:

–      i dirigenti

–      i lavoratori a domicilio

–     i lavoratori con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di  istruzione  secondaria  superiore  e  il certificato di specializzazione tecnica superiore;

–     i lavoratori con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca.

Il Ministero dello sviluppo Economico, con apposito decreto, ha individuato le seguenti zone industriali di crisi complessa:

– Lazio – Rieti, Frosinone

– Puglia – Taranto

– Toscana – Piombino, Livorno

– Friuli Venezia Giulia – Trieste

– Sicilia – Termini Imerese e Gela

– Molise – Isernia, Boiano, Campochiaro, Venafro

– Marche – Abruzzo – Val Vibrata, Valle del Tronto Piceno

– Sardegna – Portovesme, Porto Torres

– Liguria – Savona

– Umbria – Terni, Narni

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Rispondi