Sisma – Dal 30 gennaio 2017 solo online la richiesta di iscrizione ad ANAGRAFE ANTIMAFIA DEGLI ESECUTORI (white list).

INDICAZIONI OPERATIVE CONCERNENTI LE MODALITA’ DI ISCRIZIONE NELL’ANAGRAFE ANTIMAFIA DEGLI ESECUTORI (D.L. N. 189 DEL 17.10.2016) DAL 30 GENNAIO 2017.

Come noto, l’art. 30 del decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189, ha demandato a un’apposita Struttura di missione costituita nell’ambito del  Ministero dell’Interno lo svolgimento di tutte le attività finalizzate alla prevenzione e al contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nell’affidamento e nell’esecuzione dei contratti pubblici e di quelli privati che fruiscono di contribuzione pubblica per i lavori, i servizi e le forniture connessi agli interventi per la ricostruzione nei comuni del centro Italia interessati dai recenti eventi sismici.

La disciplina dettata  dall’art. 8 del d.l. 189/2016, volta ad agevolare il rientro dei cittadini nelle unità immobiliari interessate da danni lievi e che quindi necessitano soltanto di  “interventi di immediata riparazione”,  prevede che l’esecuzione di tali lavori sia obbligatoriamente affidata ad imprese che risultino aver presentato domanda di iscrizione nell’”Anagrafe”, corredata dall’autocertificazione di cui all’art. 89 del D. Lgs. N. 159/2011 e che siano in possesso del documento unico di regolarità contributiva (DURC) e della qualificazione ex art. 84 del D. Lgs. N. 50/2016 per i lavori di importo superiore a 150.000 euro. Si tratta di una norma che deroga al principio generale dettato dall’art. 30 co. VI secondo il quale per la partecipazione, a qualunque titolo e per qualsiasi attività, agli interventi di ricostruzione, pubblica e privata, nei comuni del “Cratere sismico”, gli operatori economici devono essere iscritti nell’”Anagrafe antimafia degli esecutori”. Quest’ultima norma richiede, comunque, che ai fini della regolarità della domanda di iscrizione all’Anagrafe, la stessa sia corredata dell’autocertificazione attestante l’assenza di motivi automaticamente ostativi ai fini antimafia.  

Ai fini dell’esercizio di dette attività, il citato art. 30 attribuisce alla medesima “Struttura” la competenza al rilascio dell’informativa antimafia e l’esecuzione delle relative verifiche.

Stabilisce il comma 6 del cennato articolo 30 che gli operatorio economici interessati a partecipare, a qualunque titolo e per qualsiasi attività, agli interventi di ricostruzione pubblica e privata nei comuni del “cratere” devono essere iscritti, a domanda, in un apposito elenco tenuto dalla cennata Struttura, denominato “Anagrafe antimafia degli esecutori”, successivamente all’espletamento con esito liberatorio delle verifiche di cui gli articoli 90 e seguenti del decreto legislativo n. 159 del 2011, eseguite per qualsiasi importo o valore del contratto, subappalto o subcontratto.

E’ stato, quindi, predisposto uno specifico modello di domanda di iscrizione che tutti i soggetti interessati a interventi per lavori, servizi e forniture connessi alla ricostruzione nelle aree del centro Italia colpite dagli eventi sismici dovranno trasmettere alla Struttura di Missione.

Dal giorno 30 gennaio 2017 l’inoltro della predetta domanda è consentito esclusivamente attraverso il caricamento nell’apposita maschera accessibile all’indirizzo web https://anagrafe.sisma2016.gov.it e non più con l’invio all’indirizzo P.E.C. della Struttura di Missione o tramite la Prefettura.

ANAGRAFE ANTIMAFIA DEGLI ESECUTORI E RUOLO DELLA STRUTTURA DI MISSIONE

La Struttura di missione antimafia sisma 2016 ha il compito di eseguire le verifiche per il rilascio dell’informazione antimafia, indispensabile per l’affidamento e l’esecuzione dei contratti pubblici e privati che usufruiscono dei contributi pubblici.

Gli operatori economici che intendono partecipare agli interventi per la ricostruzione, infatti, devono presentare richiesta di iscrizione nell’Anagrafe antimafia degli esecutori, un elenco gestito dalla struttura di missione in raccordo con le prefetture delle province interessate dal sisma.

Dal giorno 30 gennaio 2017, le domande di iscrizione all’Anagrafe, dovranno essere trasmesse per mezzo dell’apposita maschera accessibile all’indirizzo web ”https://anagrafe.sisma2016.gov.it“,  corrispondente ad un’apposita piattaforma informatica.

Le eventuali PEC che dovessero pervenire alla struttura di missione in data successiva a quella di entrata in vigore della nuova procedura saranno, pertanto, restituite al mittente con indicazione esplicita di provvedere al reinoltro della domanda di iscrizione tramite la suddetta interfaccia informatica.

A supporto della struttura di missione, per favorire la massima tempestività delle verifiche sulle domande, è stato istituito presso il dipartimento della Pubblica sicurezza il “Gruppo interforze centrale per l’emergenza e la ricostruzione nell’Italia centrale” (GICERIC). Inoltre, la struttura collabora con l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac).

FAC-SIMILI DELLE DOMANDE a questo link. ATTENZIONE: dal 30 gennaio 2017 tali moduli non saranno più utilizzabili in quanto sarà obbligatoria la procedura di compilazione ed invio on line di seguito descritta.

Tipologie attività:

  • Lavori
  • Servizi
  • Forniture
  • Interventi di immediata riparazione ex art.8, commi 1 e 5 del decreto legge n.189/2016

Settori operativi interessati:

  • Trasporto di materiali a discarica conto terzi
  • Trasporto e smaltimento di rifiuti
  • Estrazione, fornitura e trasporto di terra e materiali inerti
  • Confezionamento, fornitura e trasporto di calcestruzzo e di bitume
  • Noli a freddo e a caldo di macchinari
  • Fornitura di ferro lavorato
  • Autotrasporto conto terzi
  • Guardiania dei cantieri
  • Nessuna delle precedenti

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L’ISCRIZIONE

Per effettuare l’iscrizione è necessario disporre di una Casella di Posta Elettronica Certificata (PEC).

Di seguito viene descritta la procedura necessaria per richiedere l’iscrizione all’Anagrafe Antimafia degli Esecutori da parte degli operatori economici:

  • Collegarsi all’indirizzo https://anagrafe.sisma2016.gov.it/ (il browser utilizzato deve essere compatibile con l’applicazione web: Chrome 55 o superiore, Firefox 50 o superiore, Internet Explorer 9 o superiore. Javascript deve essere abilitato)
  • Compilare i campi presenti nel form. I campi contrassegnati da * sono obbligatori.
  • Inserire le informazioni relative a tutti i soggetti previsti dall’art.85 del decreto legislativo n. 159/2011 e ai loro familiari conviventi. È possibile inserire o eliminare l’anagrafica di un soggetto selezionando i link “Aggiungi anagrafica” e “Rimuovi anagrafica”. É possibile inserire o eliminare un familiare convivente selezionando i link “Aggiungi Familiare Convivente Maggiorenne” e “Rimuovi Familiare Convivente Maggiorenne”.
  • Al termine della compilazione cliccare sul pulsante “Genera richiesta”.
  • L’applicativo invierà all’indirizzo PEC indicato in fase di iscrizione un link a cui collegarsi.
  • Il richiedente l’iscrizione, dopo essersi collegato all’indirizzo indicato nella PEC, dovrà caricare un unico file contenente la scansione fronte e retro del proprio documento di identità in corso di validità (si consiglia di inviare un file in formato pdf; sono comunque accettati i seguenti formati: tiff, jpg, jpeg). Verranno accettati solamente file non superiori ai 2.5 MB di dimensione.
  • L’indirizzo PEC inserito sarà utilizzato per ricevere la conferma della corretta ricezione della richiesta.

ATTENZIONE:

  • La procedura di presentazione dell’istanza è terminata dopo aver caricato il file contenente la scansione del documento di identità del richiedente. Il sistema invierà quindi una ulteriore PEC contenente il modulo compilato precedentemente dall’utente e il numero identificativo, da utilizzare nelle eventuali comunicazioni successive.
    • Si consiglia di inviare un file in format pdf. Sono comunque accettati i seguenti formati: tiff, jpg, jpeg.
    • Non saranno accettati altri documenti oltre alla carta d’identità.
    • Verranno accettati solamente documenti inferiori ai 2.5 MB di dimensione.
    • È possibile caricare un unico file che dovrà contenere la scannerizzazione fronte e retro della propria carta d’identità in corso di validità.
  • Per avere supporto in fase di compilazione della domanda di iscrizione o per qualsiasi domanda è disponibile il numero di telefono 06/46529517 con i seguenti orari: dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

 

 

 

 

 

Rispondi